Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - DA NON PERDERE
DA NON PERDERE
Da non perdere nel Comune di Collarmele
 
 IL SANTUARIO DELLA MADONNA DELLE GRAZIE
In mezzo al Regio Tratturo, adiacente la Tiburtina Valeria, a Nord dell'abitato di Collarmele, cioè, quando ci si incomincia ad inerpicare per l'attraversamento del Vado di Forca Ferrata Caruso, c'e' una bella chiesetta di campagna dedicata alla Madonna Delle Grazie, come normalmente la popolazione dice, ma che dalle carte risulta essere denominata Chiesa di Santa Maria delle Grazie. E' una chiesetta votiva realizzata in due tempi successivi.
 

 
 CHIESA DI SANTA FELICITA
In Italia, tra i luoghi, oltre a Collarmele, dove Santa Felicita é particolarmente venerata, vi sono: Cava dei tirreni, in provincia di Salerno, nelle cui vicinanze, esattamente nella basilica della famosa Badia, di Santa Felicita si conserva un busto argenteo del sec. XV .
 

 
 LA TORRE
Nel periodo normanno e più precisamente dopo la battaglia di Tagliacozzo (1297) ogni abitato tentò di difendersi alla meglio con torrioni e mura di cinta. Anche Collarmele aderì....a questa politica costruendo una torre cilindrica che a tutt'oggi è uno dei suoi simboli più noti.....E' una  torre alta 18,45 mt. per un diametro di 9,60 mt., presenta delle  feritoie su  tutte le direzioni che servivano a scagliare frecce sul nemico che si avvicinava.
 

 
La centrale Eolica
L'area sulla quale sorge l'impianto eolico di Collarmele si trova ad una altitudine compresa tra 950 m. e 1060 m. sul li vello del mare; la centrale è costituita da 36 aerogeneratori con motore monopala.
  

Non vi sono sottopagine
Sei in: - DA NON PERDERE

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright